LA LA LAND Sogno e Realtà – una storia d’amore

Hollywood dagli anni ‘50/’60 (la sua epoca d’oro) è cambiata moltissimo. Vedere un film di quegli anni per lo spettatore vuol dire trovarsi al “centro del mondo”, ovvero in una fabbrica di sogni in grado di “manipolare” la realtà e trasformarla in puro spettacolo. Uno scenario incantevole con colori chiari che, tuttavia, tendeva a censurare le sfumature, ovvero quelle imperfezioni che caratterizzano la realtà per quello che è. Col passare degli anni i film hanno cominciato ad avvicinarsi alla vita vera, sacrificando in parte l’effetto-spettacolo per perseguire, come obbiettivo, una maggiore identificazione dello spettatore con ciò che si sta rappresentando. Tra i vari generi cinematografici ce ne sono  alcuni che non hanno mai perso la connotazione di quegli anni scintillanti e uno di questi è sicuramente il musical.

E’ uno di quei generi che oggi è un po’ sacrificato, dato che la narratività non è sicuramente il suo pezzo forte, ma ciononostante non è mai del tutto scomparso perché se c’è una cosa che gli americani hanno sempre saputo fare è proprio il musical. L’ultimo prodotto di questo genere che in passato univa e oggi divide è La La Land di Damien Chazelle, film presente attualmente nelle sale, acclamatissimo sia dalla critica che dal pubblico (anche da una parte di quello più scettico) e proiettato come super favorito alla prossima cerimonia degli Oscar. Il film ci narra la storia di due giovani sognatori: Mia (una meravigliosa Emma Stone), cameriera in un bar degli Studios e aspirante attrice, e Sebastian (Ryan Gosling), pianista squattrinato che sogna di aprire un locale per omaggiare e divulgare la cultura del  jazz. Dopo alcuni incontri (più o meno casuali) i due s’innamorano e iniziano la loro relazione. Purtroppo la strada per la realizzazione dei propri sogni si rivela un percorso in salita e porta i due protagonisti a dover fare delle scelte (anche rispetto al loro rapporto) molto difficili.

Chazelle già autore di Whiplash (2014), in cui il perseguimento di un sogno sfociava nell’ossessione (anche autodistruttiva), attraverso il musical, destreggiato con uno stile che non ha nulla da invidiare ai grandi classici (quelli alla Singin’in the rain, tanto per intenderci) ci ripropone lo stesso tema nella sua accezione più classica e colorata, attraverso una serie di numeri musicali molto efficace. Eppure tra una canzone e la successiva s’insidia l’elemento di modernità, anzi di attualità, ovvero l’elemento narrativo, la storia che ha una dimensione più disincantata, ma più vicina alla realtà, un qualcosa che sicuramente non aveva altrettanta importanza nei musical di una volta.

La storia d’amore narrata in La la land non è tanto quella dei due protagonisti, ma riguarda due concetti che si contrappongono, ma che convivono dentro di noi: il sogno e la realtà. Il primo è capace di farci volare, ma ha bisogno del secondo per impedirci di andare troppo in alto e rischiare di farci male. Allo stesso tempo, una realtà senza il sogno sarebbe arida, senza scopo e priva di significato. Ecco perché è importante che i due concetti s’incontrino, si trovino, un po’ come fanno due persone che s’innamorano. E quando succede (se succede) ognuno di noi potrebbe ritrovarsi a ballare su uno scintillante firmamento di stelle come Mia e Sebastian e non riuscire a capire se è un sogno o la realtà. E comunque, se l’amore è sincero, non sarebbe neanche importante capirlo.

lala

3 pensieri riguardo “LA LA LAND Sogno e Realtà – una storia d’amore

    1. Si. Mi è piaciuto molto, nonostante non sia un amante dei film di guerra, ma probabilmente il messaggio che porta lo rende molto diverso dagli altri film del genere bellico.

      "Mi piace"

Rispondi a wwayne Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...